area 1 modulo 1.5

Spread the love

AREA 1

Gli allergeni alimentari:
ricerca e territorio, quali sinergie?

MODULO 1.5

13-14 settembre 2007

Responsabili scientifici
Dr. Amedeo Conti, Dr.ssa Giovanna Monti
ASO OIRM, S. Anna, Torino

Luogo di erogazione del corso
Villa Gualino, Torino

Introduzione

Con la nuova direttiva 89/2003/Ce, recepita in Italia nel 2006, la Comunità Europea ha aggiornato la lista degli ingredienti negli alimenti che il produttore deve indicare nell’etichetta del prodotto finito a tutela del consumatore allergico.

Con l’aumentare dell’interesse al settore, reazioni avverse sono state evidenziate a seguito di assunzione di particolari sostanze o additivi che sono contenute naturalmente negli alimenti o vengono addizionate agli stessi con scopi diversi.

Recenti dati di indagine sul territorio dell’Unione Europea hanno sottolineato un’evidente crescita delle reazioni avverse agli alimenti sia in età pediatrica (con prevalenza di allergie al latte) che adulta.

Affrontare il problema delle allergie nella filiera alimentare richiede numerose competenze appartenenti al mondo della ricerca, della clinica allergologica e dell’industria alimentare. Non da ultimo un ruolo fondamentale sta assumendo la Grande Distribuzione Organizzata per i controlli di filiera sulle materie prime in entrata.

E’ essenziale che il consumatore sia a conoscenza degli strumenti a disposizione sul territorio per la tutela della sua salute nonché delle attività che vengono svolte dalle Istituzioni, dalle Associazioni Consumatori e dalle Associazioni di pazienti a livello territoriale.

Risultati, prospettive, attività in corso sul territorio regionale verranno presentate nel corso dell’evento.

Programma

13 settembre 2007

09.30 – 10.30
Introduzione e saluti

Giovanni Caracciolo
Assessore al Commercio, Regione Piemonte

Gianfranco Corgiat
Direzione Assessorato Agricoltura, Regione Piemonte

Giorgio Ferrero
Presidente Coldiretti Regionale

Rappresentante Assessorato Salute e Sanità Pubblica
Regione Piemonte

10.30 – 10.50
Gli allergeni alimentari
(Amedeo Conti, ISPA CNR, Torino)

10.50 – 11.10
Reazioni allergiche:
fonti allergeniche ed allergeni nascosti
(Maurizio Galimberti, Ospedale Maggiore della Carità, Novara)

11.10 – 11.30
Le allergie alimentari in campo pediatrico
(Giovanna Monti, ASO OIRM – S. Anna, Torino)

11.30 – 11.50
La Rete Regionale Ospedaliera di Allergologia e l’Osservatorio Regionale per le Gravi Reazioni Allergiche per la tutela del paziente allergico
(Gianni Cadario, A.O. Molinette, Torino)

11.50 – 12.10
Detection diretta ed indiretta di allergeni “nascosti”
in traccia negli alimenti: tecniche, problematiche e sviluppi futuri.
(Marco Arlorio, DiSCAFF & Drug and Food Biotechnological Center, Novara, Università degli Studi del Piemonte Orientale “A. Avogadro”)

12.10 – 13.00
Discussione con i partecipanti

13.00 – 14.30
Pausa pranzo

14.30 – 14.50
La normativa di riferimento, sugli ingredienti allergenici e sull’obbligo della loro etichettatura.
(Alberto Germanò, Istituto di Diritto Agrario Internazionale e Comparato, Firenze)

14.50 – 15.10
La tutela del consumatore allergico in tribunale
(Neva Monari, Studio avvocati Corte e Andreis, Torino)

15.10 – 15.30
Il punto di vista dell’Associazione dei genitori di bambini allergici
(Luigi Visintin, presidente ANGEA Onlus, Torino)

15.30 – 15.50
L’aspetto nutrizionale nel soggetto allergico
(Bruna Santini, ASO OIRM – S. Anna, Torino)

15.50 – 17.00
Un caso pratico: il latte d’asina

Le sperimentazioni in atto: l’esperienza del latte d’asina
(Giovanna Monti, ASO OIRM – S. Anna, Torino )

I possibili sviluppi territoriali
(Mauro D’Aveni, Coldiretti Piemonte)
(Denis Avanzi, Centrale del Latte di Torino)

14 settembre 2007

10.00-13.30
TAVOLA ROTONDA

LA GESTIONE DEL REQUISITO ALLERGENI. QUALE TUTELA PER IL CONSUMATORE?
Moderatore: Roberto La Pira , giornalista, tecnologo alimentare

Le politiche pubbliche per la valorizzazione delle produzioni alimentari di qualità
Tiziana Bernengo, Direzione Commercio e Artigianato,
Assessorato al Commercio, Regione PIemonte

L’attività delle Associazioni Consumatori sul territorio
Beppe Riccardi, presidente Movimento Consumatori, Cuneo
Alessandro Occelli, Studio Consulenza Agroalimentare, Saluzzo (CN)

L’attività della Grande Distribuzione Organizzata
Barbara Furlan, responsabile Assicurazione qualità, CRAI
Vittorio Ramazza, responsabile sviluppo e innovazione, Coop Italia
Salvatore Ranchetti, Direttore Assicurazione Qualità, Esselunga

L’attività di controllo analitico privato per la detection di allergeni
Marco Pancaldi, Biolab

Sistemi diagnostici rapidi per la ricerca di allergeni negli alimenti
Valentina Pellis, Product specialist Celbio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *