Dimagrimento senior – regole, menu

Spread the love

Dimagrimento senior - regole, menuIl dimagrimento senior deve essere pianificato con saggezza in modo da non portare a danni da un dimagrimento rapido e irragionevole. Bisogna anche fare i conti con il fatto che l’intero processo è molto più lento che per i più giovani. Tuttavia, la perdita di peso senile può essere sia efficace che sana. Controllare come una persona anziana dovrebbe perdere peso.

Gli anziani hanno spesso problemi a mantenere il loro peso corporeo. Alcune persone perdono peso, il che è dovuto alla progressiva perdita di appetito con l’età. Tuttavia, il problema è in gran parte legato al sovrappeso. Più una persona è anziana, più facile è ingrassare.

Questo avviene per diversi motivi, e il più importante è una diminuzione del metabolismo di base, cioè il cosiddetto rallentamento del metabolismo, che si traduce in un minore fabbisogno calorico dell’organismo.

La seconda questione importante è la minore mobilità delle persone anziane. Molti di loro non fanno attività fisica durante il giorno e non fanno nemmeno una passeggiata. Questo è spesso legato al peggioramento dello stato di salute e alla coesistenza di varie malattie.

Tuttavia, nonostante le loro peggiori condizioni di salute, il sovrappeso vale la pena di combattere a qualsiasi età.

La perdita di peso degli anziani è più difficile

La causa principale dei problemi di dimagrimento negli anziani è la perdita di massa muscolare. A partire dall’età di circa 30 anni, il corpo perde dal 3 al 5% della sua massa muscolare ogni decennio.

Perché è così importante? Sono i muscoli che sono metabolicamente attivi e consumano la maggior parte dell’energia fornita al corpo con il cibo.

Controlla https://www.fordsocialhome.it/dimagrante/ per saperne di più sulla perdita di peso effettiva.

Quindi, meno muscoli ci sono nel corpo, meno calorie il corpo ha bisogno di eseguire i processi vitali di base. A questo si associa una diminuzione del tasso metabolico.

Con l’età, la concentrazione di testosterone e ormone della crescita – ormoni che sono in gran parte responsabili della costruzione della massa muscolare – diminuisce nel corpo.

Questo è più importante per gli uomini, perché nel loro corpo la concentrazione iniziale di testosterone è molto più alta che nelle donne. Tuttavia, in entrambi i generi, rende difficile proteggere dalla perdita di tessuto muscolare e svilupparlo.

Problemi di salute che spesso si verificano in persone di età superiore ai 60 anni e influenzano il loro peso corporeo sono l’insulino-resistenza o il diabete di tipo II e l’ipotiroidismo. L’ipotiroidismo rallenta significativamente il metabolismo e riduce il fabbisogno energetico.

D’altra parte, l’insulino-resistenza e il diabete disturbano il metabolismo dei carboidrati e dell’energia, rendendo più facile l’accumulo di tessuto adiposo e l’energia dal cibo non viene utilizzata in modo così efficace come prima.

Altri aspetti che contribuiscono a una maggiore propensione all’aumento di peso sono la minore forma fisica, e quindi il minor movimento in qualsiasi forma. Inoltre, più tempo libero a disposizione degli anziani in pensione favorisce l’eccesso di cibo.

Dimagrire gli anziani – fabbisogno calorico

La domanda di energia diminuisce con l’età. Dovete accettarlo. Non è possibile mangiare tanto a 65 anni quanto a 50 e non ingrassare. Ma questo vale per ogni periodo della vita, non solo per gli anziani.

Il problema di base per prevenire l’aumento di peso incontrollato è quello di ridurre le porzioni dei pasti.

Non si tratta di tagli drastici e di mangiare metà del vostro pranzo. In poche parole, si può dire che ogni 10 anni il fabbisogno calorico giornaliero di una donna diminuisce di 150 kcal e quello di un uomo di 250 kcal. Tuttavia, va ricordato che si tratta solo di una semplificazione che mostra la portata del cambiamento.

Le esatte esigenze energetiche del corpo sono molto diverse e dipendono dal peso corporeo, dalla proporzione della composizione corporea (contenuto di massa muscolare) e dal livello di attività fisica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *